hospice:-fornitura-di-cure-per-animali-domestici-a-fine-vita

Hospice dog Savannah lying in grass

Un fine settimana, Nancy Hurley si è ritrovata a fissare i raggi X in un sanatorio di emergenza ,il set che aveva preso la sua anziana Sheltie dopo la caduta del cane. Adora molti appassionati di animali prima di lei, Hurley ha ascoltato il consiglio che nessuno desidera ascoltare.


“Il veterinario mi ha detto che è tempo di eutanasia”, dice Hurley, che vive a Charleston, Virginia Occidentale “Ringrazio Dio di non averlo ucciso. Ho lasciato cadere i raggi X dal mio veterinario il giorno successivo, e abbiamo iniziato a parlare delle scelte.”

L’opzione che ha scelto si trasforma in hospice, una formula per l’assistenza completa per cui un animale domestico malato terminale vive a casa e riceve cure da quelli che potrebbero essere anche una serie di esperti, equivalenti a veterinari maturi e attenti al cambiamento, fisioterapisti e professionisti di successo mentale.


Che cambia in chiusura di gennaio, e Hurley’s -anni-frequente Sheltie, Savannah, è ammassata insieme a lei. Ha accumulato tazze per le foto, implora biscotti e abbaia fortunatamente mentre il suo proprietario le canta “Savannah Banana”. Ci sono stati giorni imparziali e giorni esecrabili, ma Hurley e il suo cane scoprono che hanno goduto di qualcosa di ragionevolmente raro nel trattamento veterinario: tempo insieme dopo una prognosi di una malattia terminale evoluta, il cancro nel caso di Savannah.

A Pattern Tranquil Increasing

“Il percorso verso la perdita della vita cambia un po’ in deviato”, afferma il Dr. Robin Downing del Windsor Veterinary Hospital e The Downing Center for Animal Danger Administration. Un esperto riconosciuto a livello internazionale nella gestione della sfortuna, Downing ha assistito il veterinario di Hurley nel caso di Savannah, dopo che il proprietario del cane ha cliccato su un seminario online sulla gestione della sfortuna tenuto dal veterinario. Hurley ha contattato il veterinario di Windsor, Colorado, e da allora Downing è stato nel gruppo dell’ospizio di Savannah.



“Dott. Robin è un angelo”, dice Hurley.

Anche se molti dei clienti di Downing condividono l’assunto che Downing sia sperduto, i suoi colleghi veterinari conoscono Downing come uno dei pochi veri sostenitori per le cure palliative, la nota di tenere gli animali liberi e accoglienti dalle disgrazie dei loro giorni, settimane e mesi di chiusura. “Scopriremmo che sarebbe piaciuto cercare una tecnica per aiutare questi animali a vivere fino alla morte”, dice Downing. “Questo è ciò che l’ospizio è pronto: vivere pienamente.”

Inizia con la lotta alla sofferenza

Dal momento che 1990 s, l’introduzione di una catena di efficaci trattamenti infiammatori non steroidei (FANS equivalenti a Rimadyl, Metacam e Deramaxx), insieme all’elevata accettazione e utilizzo di farmaci sfortunati complementari, ha modificato la nota veterinaria. In precedenza, molti veterinari si erano astenuti dal cambiare la sfortuna per gli animali dopo il progetto chirurgico: il consenso cercava di cambiare in che se si trasferisse una ferita, un animale domestico avrebbe maggiori probabilità di essere accumulato durante la terapia. Quel pensiero si trasforma in un cambiamento che mostra che gli animali guariscono più velocemente quando la sfortuna viene gestita. Per i veterinari come Downing, questi miglioramenti nella gestione della sfortuna hanno assicurato che in alcuni casi avrebbero anche potuto alleviare la lotta per gli animali per i quali avrebbero potuto uccidere poco altro.


L’oncologo veterinario e l’hospice consigliano la Dott.ssa Alice Villalobos del Fornitore di consulenza in oncologia animale a Woodland Hills, California, nota che questa convinzione cambia in contrasto con ciò che i veterinari erano stati insegnati per un lungo periodo di tempo.

“Ci è stato insegnato a offrire l’eutanasia quando un animale domestico ha iniziato a vacillare”, dice, “e scopriamo che tutti sono stati professionali per soddisfare i livelli di stile di vita dell’animale. Tuttavia, l’assistenza per cessare lo stile di vita non viene più inclusa, ed è una fase di stili di vita.”



Villalobos dice a Vetstreet che un piccolo numero di veterinari della nazione offre cure per la cessazione degli stili di vita, ma ci sono indicatori che stanno iniziando a scambiare . Le indicazioni della passione elevata incarnano il primo simposio per animali domestici presso il College of California, Davis College of Veterinary Remedy in 1990, seguita dalla fondazione della World Affiliation for Animal Hospice and Palliative Care l’anno successivo. L’AVMA non più da tempo ha rivisto le linee guida per sottolineare che “i veterinari che uccidono non offrono più prodotti e servizi di hospice deve invitare a indirizzare i clienti a un veterinario che lo faccia.”

Extra Than Danger Administration

Anche se i progressi nella gestione delle disgrazie veterinarie hanno aiutato a sostenere il postulato dell’hospice, non è più tutto quello che c’è da fare per le cure palliative. Una trama diversificata per alleviare la lotta di un animale potrebbe anche includere fluidi sottocutanei frequenti per aumentare l’idratazione, l’ossigenoterapia e i dispositivi di assistenza equivalenti alle imbracature per dare una spinta alle estremità posteriori indebolite. L’assistenza dell’ospizio potrebbe anche essere imparziale e inoltre incarnare la terapia corporea e strofinare con successo come problemi come mascherare il pavimento scivoloso con tappeti per una migliore trazione o servire per cercare o formare diete che danno un sostegno a una persona affetta che potrebbe stare bene per caso ben imparziale non deve più esercitare.



Il trattamento veterinario complementare, equivalente all’agopuntura, potrebbe anche essere parte del kit con altrettanto successo.

Come con l’ospizio umano, il lavoro inoltre comporta servire alla famiglia far fronte. A questo proposito, l’Argus Institute presso la struttura Veterinary Instructing Smartly del Colorado Dispute College è il modello su cui assemblare. Fondato in 2002, il programma offre un fornitore gratuito al quartiere, che lavora attraverso veterinari di appartamento e gestito da studenti veterinari volontari con successo come professionisti di successo mentale per aiutare i proprietari di animali domestici a far fronte alle loro perdite in sospeso e nel lavorare con i loro veterinari per formare un ospizio domestico per i suoi animali. Solo alcuni di ciò che danno sono proprietà e dati accademici, ma il lavoro diretto implica che i volontari educhino le abilità di assistenza medica domiciliare in modo che possano prendersi meglio cura dei desideri dei loro animali domestici.



“A causa delle mie capacità umane in ospizio, io sappiamo che le famiglie non sono pronte a rivelare l’addio”, afferma Gail Bishop, co-fondatrice dell’Argus Institute. “Questo ci consente di dare loro la proprietà offrendo allo stesso tempo un’opportunità montagnosa per i nostri studenti.”

Quando è il momento

L’assistenza del gruppo veterinario nel servire i proprietari di animali domestici sembra diminuita negli stili di vita e nel tempo l’eutanasia è inoltre parte delle capacità dell’ospizio Villalobos ha sviluppato linee guida che molti veterinari e appassionati di animali domestici utilizzano per nominare gli indicatori di difficoltà, in modo che i proprietari di animali domestici e i gruppi di assistenza veterinaria scoprano un manuale degli obiettivi da consultare per prendere decisioni non più facili.


Hurley sa che Savannah sta tramando la fine del mosey. L’ultima settimana, ha inviato un’e-mail alla sua azienda annunciando tanto successo quanto a Downing. Ha discusso insieme al suo veterinario le sue decisioni per l’annuncio dell’addio al suo adorato animale domestico. Lei sa già che l’installazione le ceneri saranno disperse, nello stesso tempo in cui spera che il suo cane si raduni imparziale, corretto ma ma di nuovo.

Tuttavia non era Savannah nei suoi pensieri quando le viene chiesto i suoi pensieri conclusivi sulla mozione dell’ospizio per animali domestici.




“Dopo aver portato Savannah fuori dal sanatorio di emergenza quel giorno, mi sono seduta a singhiozzare con lei nel veicolo mentre mio marito andava a pagare la fattura”, dice. “E mentre aspettavo, ho visto una persona elevarsi in un Cocker anziano.”

Il marito è uscito e le ha detto che la persona aveva introdotto il cane come conseguenza del fastidio che camminava e sfortuna. Hurley si chiede se quell’uomo si trasformi in quello che gli è stato detto non si trasformi in nessun cambiamento se non nel rivelare addio.


“Vorrei più spesso camminare ispirando e andare dietro a lui e comprarlo”, dice. “Forse ci sarebbe solo un’altra trama, e vorrei che più gente lo sapesse.”

12313817 Cappuccio del redattore: Savannah ha perso la sua battaglia con il cancro non più molto tempo dopo che questo testo si è trasformato in scritto, le nostre condoglianze vanno alla sua famiglia e le nostre come conseguenza di aver condiviso con il nostro vicinato sotto forma di un momento triste della loro vita.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 2 =