il-cane-alfa:-miti-e-fatti-sull'addestramento

Ci sono centinaia di pareri nel caso di indicazioni su come addestrare i cani, e queste variazioni hanno introdotto una netta divisione nel mondo degli allevatori di cani. Potrebbe esserci un’affermazione che se stabilisci tre addestratori di cani in una stanza collettivamente, la cosa qualificata su cui saranno d’accordo è che due completamente diversi sono viziati. Potrebbe esserci una qualche realtà in questo, ma mentre il dibattito infuria, la scienza sta rivoluzionando il nostro modo di elaborare le abitudini dei cani domestici e inclinando la bilancia verso un dispositivo extra chiaro e umano che chiamo “pratica chiara”.

Quando sono cresciuto per diventare un allenatore di cani più di 20 anni prima, l’industria cinofila si stava spostando verso un manichino extra umano. Ma per quanto la pratica chiara stava guadagnando riconoscimento, le strategie punitive sono riemerse, ma ancora una volta in una mostra popolare americana di pratica dei cani, un’atmosfera chiara che praticava per anni. L’American Veterinary Association, l’American Veterinary Society of Animal Behaviorists e l’American Humane Association sono state tra le tante istituzioni a suonare lo spavento, ma l’inconveniente era già stato eseguito. Allo stesso tempo, il mio spettacolo It’s Me or the Dogs è passato dal Regno Unito agli Stati Uniti, offrendo agli spettatori americani un antidoto alla pratica punitiva dimostrando che ai cani per caso sarebbe stato insegnato a comportarsi senza l’esercizio della forza, nessun argomento il loro età, sesso, razza o comando. I 2 cani che praticavano i campi ora avevano i loro sbandieratori molto pubblici e il dibattito continuava a infuriare.

Cos’è la teoria del branco?

Estinto la pratica basa un sacco di tecniche su quella che viene chiamata “teoria del branco”. Istruttori estinti rivelano che siamo “capibranco” che utilizzano attrezzature e tecniche progettate per esercitare il dominio e il marcio sopprimendo il desiderio creduto dei cani di dominarci ed essere essi stessi capibranco. Questo getta i semi della sfiducia e ci porta a fare esercizio di strategie che presumibilmente espongono il loro ruolo di capibranco. Un approccio è chiamato tiro Alpha: se un cane si comporta male, viene tenuto fermo con forza sul suo favore o sfaccettatura finché non si sottomette. Questa energica sottomissione intimidisce e di solito fa sì che i cani obbediscano.

Che cosa fa un Alpha per plug

I termini “Alpha ” e “capobranco” sono diventati parolacce nel chiaro mondo praticante a causa dell’inconveniente a cui mirano. La scoperta dell’Alfa è spesso suddivisa, tutta la moda per elencare un cane o uno che esercita con forza la sorveglianza sugli altri, ma per collegare un’Alfa ora non vorrebbe esercitare la forza affatto. La vera gestione si mostra insegnando e influenzando le abitudini negli altri senza l’esercizio della forza, qualcosa che la maggior parte dei fan dei cani abbraccerebbe abbastanza. Allora perché alcuni di noi l’hanno acquisito così viziato?

La teoria del branco e l’uso improprio della scoperta Alpha è in parte dovuto a ricerche sbagliate eseguite sui lupi in cattività nel 1970s di David Mech, uno scienziato senior con il gape geologico degli Stati Uniti. Non sapeva che la sua ricerca stava per scacciare una tempesta di incomprensioni nel mondo cinofilo.

Per condurre questa ricerca, lupi provenienti da mucchi di branchi sono stati costretti a rimanere insieme in modo che i ricercatori potessero avere un’idea più da vicino di come lavoravano i branchi di lupi. La violenza che ne derivò per porre il dominio all’interno del branco in cattività veniva studiata vigorosamente e i risultati sono stati utilizzati anche per le abitudini dei cani. Ma se i ricercatori volevano verificare come funzionava un branco di lupi di prima qualità, si sono diretti verso la strada viziata perché il loro esperimento era basato su un paio di presupposti fondamentalmente sbagliati.

Al origine, i cani non sono più lupi. Mentre i cani si prendono cura di alcuni tratti del lupo, 15,000 anni di addomesticamento li hanno cambiati in molti in altri modi, ogni corporale e comportamentale. In secondo luogo, ciò che i ricercatori hanno visto quando hanno studiato i lupi in cattività erano le abitudini di un branco disfunzionale, ed era questa disfunzione che ha introdotto la violenza. Da allora David Mech ha delineato questo errore menzionando che, “Quando si colloca una comunità casuale di qualsiasi specie collettivamente in modo artificiale, questi animali competeranno naturalmente con ogni mucchio di animali”.

Continua per spiegare che un branco naturale è composto da un genitore e dalla loro prole. Questo branco sopravvive proprio come una famiglia umana che stabilisce il ruolo di manager e i bambini osservano. In un branco naturale, la violenza non è più straordinaria e si crea spirito di squadra perché i comportamenti sottomessi sono liberamente dati dai lupi più giovani, in sostituzione dell’essere loro costretti dai loro nebbiosi. Questa deferenza evita danni che comprometterebbero la capacità del branco di cacciare con successo la preda. Quindi, quando gli umani stanno cercando di rivendicare il loro spazio Alpha sui loro cani utilizzando strategie proprio come il tiro Alpha, non sono affatto Alpha ma replicano il ruolo di un bullo del branco. E per quanto riguarda essere un capobranco? In effetti, i cani sono abbastanza facili e sanno perfettamente che gli esseri umani non sono più cani. Come possiamo essere capibranco quando si verificano e si comportano così diversamente?

Un branco naturale di lupi è composto da un genitore e dalla sua prole.

Tremendo contro punitivo

Potrebbe esserci un lungo viale in disparte davanti a il caso di tecniche punitive eclatanti di pratica e uso improprio delle parole per materassino appena e per tutti, ma fino ad allora procederò a trattenere la bandiera per il campo di pratica chiaro. La pratica tremenda cerca di creare relazioni con i cani secondo fiducia reciproca, ricompense motivazionali e trattative. Al contrario di punire le abitudini sfavorevoli, i formatori chiari lavorano per salvare ciò che è stato introdotto nelle abitudini e adottare modi umani per cambiarlo e alternarlo. I risultati sono un prezzo. I cani che sarebbero positivamente abili sono più sicuri, tolleranti, autogestiti e prevedibili in moltissimi casi.

Come afferma David Mech, “Questo comando non è considerato uno di semantica e correttezza politica. È considerato come uno di correttezza biologica che cattura con precisione il ruolo biologico e sociale degli animali come sostituto di perpetuare una verifica corrotta.”

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 4 =