cosa-fare-e-cosa-non-fare-per-aiutare-bambini-e-animali-a-legarsi

Kid pretending to examine dog

Thinkstock

Molti bambini hanno un legame particolare con i loro animali domestici.

Trascorrere del tempo con un animale domestico normalmente è un’esperienza preziosa per un po’. Mia figlia di 7 anni, Reagan, è stata con i cani per tutta la sua vita. Dal momento in cui è arrivata a casa dall’istituto clinico, i nostri due Carlini, Willie e Bruce, erano lì per salutarla, hanno sicuramente condiviso tutti i suoi primi: primo dentino, primi passi, prima attenzione, primo giorno di facoltà. Reagan ha sempre considerato i cani come i suoi fratelli e i suoi amici qualificati – in verità, ha abbaiato prima di quanto ha parlato!



Esistono modi in cui un cane o un gatto potrebbero anche essere qualificati per un po’. Gli animali domestici danno ai bambini un metodo per seguire la loro esperienza sociale nello stesso momento in cui aiutano il ben noto pericolo fisico. Il solido legame tra un piccolo e un animale aiuta a modellare le competenze di vita fondamentali e i tratti della personalità, inclusi l’obbligo e l’empatia.

Gli adolescenti e gli animali domestici potrebbero forse anche essere una combinazione naturale , ma ciò non significa che il tuo bambino e il tuo gatto debbano essere lasciati ai loro stessi dispositivi. Per motivare un accordo particolare, interazioni piacevoli tra animali domestici e bambini, segui queste 5 cose da fare e da non fare.

Fai controllare attivamente le interazioni

I bambini piccoli non devono mai essere lasciati da solo con animali domestici. La supervisione è un piano pronto più che essere semplicemente fisicamente freschi nella stessa stanza: una supervisione efficace implica essere attivamente desiderosi di tutte le interazioni che il tuo piccolo ha con i tuoi animali domestici. Ciò comporta il monitoraggio del linguaggio del corpo – del bambino e dell’animale domestico – per organizzare interazioni particolari senza stress per tutti. È inoltre fondamentale che tu abbia il tempo di educare il tuo piccolo al modello per contattare con successo e con delicatezza il tuo animale domestico.



Divorare rispondere a uno scenario fattibile intervenendo quando noto: un cane che ruba un po’ quello giocattolo forse bene forse anche essere esortato a “sbalzarlo via” o “caderlo” e reindirizzato ai suoi derivati ​​​​giocattoli, o un po’ forse uno potrebbe anche essere invitato a smettere di accarezzare un gatto che sta agitando la coda ed esprimendo un certo grado di terrore. Metodologia di supervisione di successo essendo completamente impegnata e guidando delicatamente ogni piccolo e animale domestico per motivare a trattenere l’interazione il più attraente e particolare che si possa immaginare.

Non chiedere a un bambino di disciplinare un animale domestico

Anche gli animali educati forse bene forse anche agire malizioso di rado. Nel caso in cui il tuo piccolo sorprende il tuo gatto sdraiato su un bancone off-limits o vede i tuoi cani rubare snack dalla scrivania della cucina, deve immediatamente scoprirti, nel desiderio di affrontarlo su di lei. L’intervento degli adulti è una metodologia davvero semplice per motivare a trattenere lontano da uno scenario in cui il bambino viene morso o graffiato.

E’ fondamentale ricordare che i bambini emulano l’atteggiamento e le tattiche che gli adulti adottano di fronte agli animali domestici. Per questo motivo, gli interventi comportamentali devono essere per lo più privi di forza e completamente basati sulla ricompensa.

Rendi Presenti Aree Buone e Tempo Privato

Gli spazi di fuga e il tempo da parte possono motivare ogni tuo piccolo e il tuo animale domestico a resettarsi quando è noto. Metti insieme il tuo animale domestico per fuggire in una “casa orribile” – una cassa, un letto o un trespolo – quando si sente sopraffatto o a corto di danni. Assicurati che il tuo bambino capisca che non appena l’animale è nella sua sistemazione per la fuga, non è mai in grado di essere avvicinato, interagito o accarezzato.


Suo inoltre fondamentale offrire un gruppo di dimora al tuo piccolo per stare da solo se lei lo desidera. Una porta chiusa o una sistemazione con cancello le permette di giocare, riposare o mangiare indisturbata. Nel caso in cui il tuo piccolo sia troppo piccolo per stare da solo in una stanza con una porta chiusa, prendi dei suggerimenti designando una stanza per il recupero del tuo animale domestico come sostituto, da qualche parte potrebbe anche essere tranquillamente lasciato incustodito quando il tuo piccolo ha bisogno del tempo più profondo, o anche del tempo valido da solo con te.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 3 =