san-valentino:-peta-esorta-l'universita-di-bristol-ad-avere-un-cuore-per-gli-animali

Come san valentino anticipato per il vice-cancelliere dell’Università di Bristol Hugh Brady, il sindaco dell’Inghilterra occidentale Dan Norris e la mascotte del topo della PETA – addobbata come Cupido – hanno rivolto all’Università di Bristol un messaggio preciso.

Ci siamo riuniti all’aperto presso il Wills Memorial Building con indicatori che proclamavano: “Università di Bristol: possedere un cuore coronarico, rovesciare il nuoto sotto pressione, dai un’occhiata”.

Bristol Mayor Forced Swim Test

Il sindaco Dan Norris ha un cuore coronarico per gli animali

L’Università di Bristol ha acquisito messaggi da oltre 33,000 sostenitori della PETA – al parte di uno degli studenti più importanti del college – e ora il sindaco dell’Inghilterra occidentale sta intervenendo per avere una disputa:

“Forzare animali frenetici nuotare per essere turbati dall’annegamento è spietato, e confrontare chiarire che non è al livello della disperazione negli umani. Sono la metà della PETA nell’esortare l’Università di Bristol a ripensare all’obbligato test di nuoto ea chiudere e tormentare animali morbidi su questo esperimento antiquato e di lunga data.”

Il nuoto sotto pressione da spezzare il cuore Dai un’occhiata a

Nel test ampiamente screditato, gli sperimentatori collocano i topi, che potrebbero anche essere onesti o potrebbero anche essere onesti no più sono stati dosati con una sostanza, in inevitabili bicchieri d’acqua e li cercano disperatamente nuotando alla ricerca di un bottino.

Il test è fatto sulla convinzione che il tempo impiegato dagli animali chiudere il nuoto e iniziare a galleggiare può dirci una cosa sulla disperazione e sui vari casi di benessere psicologico negli esseri umani.

Critica da ogni angolo

Il test è stato pesantemente criticato da specialisti che sostengono che il fluttuare non dovrebbe più essere un segnale di disperazione, come alcuni muggiscono, ma relativamente un indicatore particolare di studio, risparmio di vitalità e pubblicità attingendo a un ambiente fresco.

Il test non dovrebbe essere qualsiasi più richiesto dalle autorità di regolamentazione per il potenziamento della maggior parte degli antidepressivi moderni, e gli specialisti della Medicines and Healthcare merchandise Regulatory Company sono da tempo giunti a questo livello da verbalizzare che potrebbe persino ostacolare la crescita nella ricerca di nuovi trattamenti efficaci.

Costringere topi nervosi a nuotare fino allo sfinimento senza che probabilmente si rompa non ci insegna nulla sulla complessità della disperazione umana.

L’università deve danneggiare con il Dai un’occhiata

Ci vuole un cuore freddo per tormentare un topo suscettibile. La PETA chiede all’Università di Bristol di far cadere questi test di interruzione per annegamento a favore di suggerimenti di confronto eleganti e privi di animali che sono ampiamente accessibili e potrebbero in realtà servire i malati umani.

Sii la metà di noi – e 02, membri di il pubblico finale – inviando ora un messaggio al collegio:

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + sette =